DIVERSAMENTE UGUALI!

Istituita nel 1981 dall’Organizzazione delle Nazioni Unite con lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica internazionale sul perseguire gli obiettivi di benessere, inclusione e difesa dei diritti dei cittadini disabili, la ricorrenza della Giornata Europea delle Persone con Disabilità si è arricchita successivamente con la Convenzione sui diritti delle persone con disabilità, la quale ha sottolineato l’esigenza di difendere e salvaguardare la qualità della vita delle persone disabili nei principi di uguaglianza e partecipazione alla sfera politica, sociale, economica e culturale di una società. Festeggiata il 3 dicembre, ha lo scopo di promuovere l’inclusione e l’integrazione delle persone disabili all’interno della società, contro ogni discriminazione e violenza.

Fondamentale è dunque sensibilizzare sul tema della diversità e del suo valore, indipendentemente dalla condizione fisica, psichica o sensoriale.

In questa direzione ha operato l’intero Istituto Comprensivo Tattoli De Gasperi, guidato dalla Dottoressa Maria Rosaria De Simone: tutti i docenti e tutti gli alunni di ogni ordine e grado sono stati coinvolti in una serie di attività che hanno avuto lo scopo di appassionare, interessare, informare sul tema della disabilità attraverso diversi linguaggi quali quello sportivo, musicale, teatrale, poetico e dello spettacolo. La solidarietà, infatti, deve, e non può essere altrimenti, poter sottendere, come un terreno comune, all’azione e al pensiero di ogni essere umano affinché l’intera comunità internazionale sia unita nell’empatia verso la sofferenza e nella possibilità di prendersi cura dei più deboli.

Nella settimana della disabilità vari sono stati gli appuntamenti attuati in ciascuna classe dell’Istituto Comprensivo, partendo da Starry sky, dedicata ai più piccoli. Il proemio delle celebrazioni è stato affidato al Dipartimento Inclusione delle scuole dell’infanzia Belvedere e Polivalente, nonché delle scuole Primarie Tattoli e Via Gravina, che nella settimana dal 28 novembre al 3 dicembre ha coinvolto tutti gli alunni in un firmamento di stelle, facendo disegnare e ritagliare stelline di forme diverse per evidenziare che ogni bambino è come una stella: unica, preziosa e luminosissima. È stato poi visionato il cortometraggio Stelle sulla Terra, e sono stati letti due testi narrativi: Come un bambino e Polvere di stelle, seguiti da momenti di riflessione sui concetti chiave dell’inclusione, quali l’aiuto, il rispetto, la collaborazione.

L’intera progettazione è stata realizzata dalle docenti e dagli alunni e supervisionata dall’insegnante Mariangela Gataleta, referente dell’inclusione per la scuola primaria.

Lunedì 5 gli alunni delle classi della scuola secondaria di I grado si sono recati in auditorium per assistere all’evento “Festa in Coro”, a cura del dipartimento Inclusione De Gasperi, con la partecipazione della classe di fiati diretti dal prof. Aldo Di Tommaso, i cori uniti della De Gasperi e del Liceo Artistico Federico II Stupor Mundi, tutor la professoressa Porzia Volpe a cui vanno i più sinceri ringraziamenti, diretti dalla docente di coro e sostegno professoressa Francesca Cavallo. Per l’occasione si susseguiranno la lettura animata delle professoresse Loglisci e Cocola, la proiezione del cortometraggio The Present e un momento coreutico a cura della professoressa Rosanna Bucci.

Il giorno 7 è stata omaggiata la Giornata nazionale dello sport e della disabilità presso il Palazzetto dello Sport di Corato. La manifestazione, organizzata dai professori Scarnera, Lonardelli e Panessa, ha coinvolto le classi terze della scuola De Gasperi e a seguire le classi prime e seconde con una carrellata di discipline come il tennistavolo e la pallacanestro, l’atletica leggera ed il calciobalilla, gli scacchi ed il ciclismo. Graditissima è stata la presenza del presidente nazionale del C.I.P., Comitato Italiano Paralimpico, Giuseppe Pinto e il Referente sport e disabilità USR Puglia professore Vito Sasanelli. Con i dipartimenti di Scienze motorie ed Inclusione la sinergia è stata efficace e produttiva.

Lo stesso giorno 7 in tutti i plessi gli alunni di ogni ordine e grado sono stati coinvolti, con le rappresentanze delle famiglie, nella Merenda solidale; quest’ultima insieme a Festa in coro è stata organizzata dalla docente Tullo e dal dipartimento di inclusione della Scuola Secondaria di I grado. Ogni rappresentante di classe, preventivamente organizzatosi con la componente genitoriale della classe di appartenenza, ha portato a scuola una merenda per la propria classe, non fatta in casa e porzionata per la somministrazione. Ciascun alunno ha così potuto scegliere la merenda di gradimento a fronte di una oblazione volontaria. Il ricavato sarà devoluto in beneficienza per l’acquisto di ausili didattici inclusivi o a sostegno di associazioni che si occupano di diversabilità. Al termine della merenda i genitori di tutte le classi, insieme agli alunni delle classi quinte e delle terze della scuola secondaria di primo grado sono stati ospitati nell’auditorium della De Gasperi per il momento delle Testimonianze; ospite d’onore è stato l’attore Mingo de Pasquale, protagonista del corto Mica scemo, lavoro promosso dall’associazione barese Vinci con noi. Interpretando Pin, un uomo affetto da disturbi dello spettro autistico, l’attore, performer teatrale e conduttore televisivo, Mingo de Pasquale, ha voluto dare il suo contributo circa la sensibilizzare per le criticità legate a questa forma di disabilità.

Presso l’auditorium del plesso De Gasperi, intervistato da Mariella Sivo, animatrice culturale e book blogger, e da Liliana Cazzato, in dialogo con i ragazzi dell’istituto, con gli operatori socio-sanitari del settore e l’amministrazione, Mingo de Pasquale ha promosso la consapevolezza del disagio al di là di stereotipi, pregiudizi e superficialità. L’incontro, aperto al pubblico dei genitori, ha visto il pieno e vivo interesse degli alunni presenti che, dopo aver a lungo discusso con i propri docenti nelle rispettive classi, ha indirizzato all’attore una serie di domande puntuali e dirette, segno dell’interesse vero e profondo verso quest’argomento. Solo attraverso il dibattito e il confronto è possibile accrescere la conoscenza, stimolare l’aiuto e superare le paure per rendere reale e concreto il superamento di ogni forma di discriminazione e di esclusione.

I ragazzi dell’orchestra dell’I.C. Tattoli De Gasperi, diretta dai docenti Mike Amato, Mimma Curci, Aldo Di Tommaso e Simone Salvatorelli, hanno allietato l’evento in modo magitrale.

Ospiti e partecipi attivi dell’evento sono stati il Preside del Liceo Artistico ‘Federico II, Stupor Mundi’, Dottor Savino Gallo, la Dottoressa Robortaccio, responsabile della cooperativa ‘Solidarietà’, il Dottor Calò, Presidente dell’Associazione Gocce nell’Oceano, il Consigliere Comunale Giulio D’Imperio, il poeta e scrittore Federico Lotito. Ciascuno dei loro interventi è stato significativamente rivolto a mettere in luce la necessità di un coinvolgimento autentico e sincero.

L’intera programmazione di tutti questi eventi è stata supportata dalla sponsorizzazione di: CORGOM di Vito Scaringella, STUDIO MOVIMENTE della dottoressa Deborah Quatela, FALEGNAMERIA di Gaetano Leone. Ad essi un ringraziamento sincero, profondo e corale.

Un’attestazione di merito e onore va senza dubbio data a tutte le insegnanti dell’Istituto Comprensivo Tattoli De Gasperi che con passione, professionalità, pazienza e dedizione hanno lavorato quotidianamente per rendere gli alunni in grado di essere sempre più consapevoli delle imprescindibili ragioni della comprensione e della solidarietà poiché senza fratellanza, altruismo e carità l’umanità diventerebbe un deserto arido e vuoto.

L’Istituto Comprensivo Tattoli De Gasperi, dalla forte vocazione inclusiva, ancora una volta in prima linea nella difesa dei diritti delle diversabilità, ha dimostrato di essere sempre fortemente contro ogni barriera fisica e mentale e si allinea con gli indirizzi dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, con particolare riguardo alla qualità dell’educazione e alla riduzione delle disuguaglianze.

Un proverbio africano recita così: Se vuoi arrivare primo, corri da solo. Se vuoi arrivare lontano, cammina insieme.

Prendiamone nota per non dimenticarlo più!

 

Luciana De Palma

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.