LIBRI: STRAORDINARI MONDI A PORTATA DI TUTTI

È ormai accertato che la comunicazione avviene con modalità sempre più rapide e diverse, con ritmi del tutto sconosciuti nel passato; i mezzi di comunicazione, che quotidianamente usiamo, influenzano il nostro modo di pensare, le nostre abitudini, le nostre passioni e più di ogni altra cosa il nostro rapporto con i libri e con la lettura. A volte, in una realtà in cui si è sempre ‘connessi’ con il mondo, sembra difficile ritagliarsi uno spazio intimo e separato in cui far scattare la scintilla della lettura.

Sono cambiati i luoghi prediletti in cui rifugiarsi per leggere e i tempi che la lettura richiede, i contenuti, il linguaggio e lo stile di ciò che leggiamo.

Non si può fingere che le forme e gli strumenti di lettura subiranno ancora modifiche, in una perenne rincorsa dell’innovazione e della sperimentazione, ma questo non deve sradicare la fiducia che si potrà continuare a leggere secondo metodi e mezzi tradizionali. A patto di accettare sempre la sfida di aprire la mente, di entrare in altri mondi possibili, di incontrare e di comunicare la bellezza.

L’esperienza della lettura deve essere avviata precocemente perché il piacere di leggere germoglia solo se gli adulti favoriscono un incontro precoce con il libro, se leggono ai bambini e se si offrono essi stessi come modello adeguato. Leggere ai bambini ha un altissimo valore pedagogico, è un’azione semplice e alla portata di tutti. Tutto quello che si deve fare è leggere con autenticità, con dedizione e sentimento per vivere emozioni, lasciarsi coinvolgere dalle storie e partecipare alle evoluzioni dei personaggi.

Oggi 17 novembre 2021 le classi dell’Istituto Comprensivo Tattoli De Gasperi hanno sperimentato il fascino di cercare, all’esterno o all’interno degli edifici scolastici, il proprio genius loci in cui rifugiarsi per leggere qualche pagina di libri liberamente scelti.

Ogni bambino, seduto sul pavimento del corridoio o sul muretto in giardino, appoggiato ad un tronco d’albero o passeggiando nel cortile, si è immerso nelle emozioni che ogni storia prescelta portava con sé, viaggiando con la mente oltre i confini della realtà, spingendo i pensieri verso universi immaginari.

Dalle 11 alle 11.30 mentre i bambini, i docenti, il personale di segreteria, personale ATA e i genitori che hanno potuto essere presenti all’evento hanno letto pagine dai propri libri, fermi in una immobilità di surreale concentrazione, l’aria dentro e fuori i diversi plessi scolastici si è colmata di avventure, di commozioni, di emozioni e di eccitanti vicende fantastiche.

Sono stati condivisi intenti, obiettivi, passioni, visioni tali da rendere quest’esperienza una solida pietra miliare a cui tornare con la mente e da cui partire per procedere verso letture sempre più coinvolgenti e appassionanti.

è stata aperta una breccia attraverso cui far scivolare il profumo delle pagine, i colori senza nomi che volteggiano solo nei sogni ad occhi aperti, i desideri e le illusioni che plasmano le motivazioni più profonde e coriacee.

Un antico proverbio arabo recita così: un libro è un giardino che puoi custodire in tasca.

Allora…perché non piantare ogni giorno semi di poesia, di bellezza e di azzurrità e portarle sempre con sé?

 

Luciana De Palma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *